giovedì 20 febbraio 2014

Festival di Sanremo 2014: i tre abiti peggiori della seconda serata

Mentre la prima serata del Festival di Sanremo 2014 è volata via tra alti e bassi degli abiti dei protagonisti, la seconda serata del Festival della canzone italiana ha registrato il record di fallimenti nell'abbigliamento dei personaggi che hanno calcato la scena del teatro Ariston. Per la prima volta forse nella storia si sono visti abiti tra i più brutti che nulla avevano a che fare con l'eleganza che l'evento ha sempre rappresentato. 


Al primo posto tra gli abiti peggiori, quello della campionessa di pallavolo Veronica Angeloni, che ha sceso le scale con un abito rosso superscollato con spacco vertiginoso e tre oblò che le lasciavano scoperte tre zone diverse dei fianchi e dell'addome. Evidentemente non le è stato detto che a volte, esagerare non porta da nessuna parte; la semplicità è sempre l'arma migliore quando non si ha la minima idea di come abbigliarsi per un determinato evento. Pur essendo una donna molto bella, l'abito è da bocciare perché completamente inadeguato alla serata.

Altro look assolutamente da bocciare è quello di Noemi: si è presentata sul palcoscenico dell'Ariston con un abito di Gattinoni rosa cipria che già per il colore non le donava affatto. Anche gli accessori (la collana metallica enorme e rigida che la faceva sembrare un extraterrestre) e la pettinatura l'hanno penalizzata molto.



Si guadagna il terzo posto di peggio vestita della serata Luciana Littizzetto che, nulla togliere all'abito, purtroppo non veniva valorizzata dal motivo a rete delle maniche e del corpetto, per cui sembrava costretta come in un sacco di patate.

Cosa mai sarà successo al Festival di Sanremo? Non era mai successo che i protagonisti vestissero così male; certo, ci sono stati casi in cui l'abito non era meraviglioso, ma addirittura abiti non adatti alle persone che li indossano, no! Cosa ne pensate?