mercoledì 13 giugno 2012

I bijoux di Trilli e gingilli

Oggi vi presento i bijoux di Trilli e gingilli, che mi hanno colpito per l'originalità e la varietà di materiali con cui sono realizzati. La bellezza di questi bijoux sta nel fatto che tutte le decorazioni sono realizzate a mano, e qui lasciatemelo dire, si tratta di arte, non semplicemente di artigianato... Ecco la nostra intervista!

1. Ciao Sara, parlaci un po' di te.Come hai iniziato a creare i tuoi gioielli? 

Tutto è iniziato di punto in bianco quando un giorno mi sono ritrovata tra le mani un bottino di bottoni d’epoca con cui ho iniziato a sperimentare e da cui sono nati i miei primi gioielli. Il secondo passaggio è stato l’acquisto della mia incudine con la quale ho iniziato a lavorare il metallo. Da lì non mi sono più fermata ed ho continuato a creare con tecniche e materiali sempre nuovi.


2. Quali sono le tue fonti di ispirazione?
La mia principale fonte di ispirazione è il mondo che mi circonda. La sera quando vado a letto mi capita di addormentarmi ripensando a alla giornata appena finita e spesso spunta fuori qualche nuova idea da realizzare.



3. Che materiali utilizzi? Quale materiale prediligi?

Amo usare materiali sempre nuovi, i più disparati, e soprattutto materiali non acquistati ma che trovo in casa, a partire dalle stoffe di vecchi vestiti, da rondelle metalliche e fil di ferro trovati nella cassetta degli attrezzi, da matite colorate restate per troppo tempo chiuse in un astuccio, fino ad arrivare ad alcune monete ritrovate in un vecchio salvadanaio! 
L’ intento è quello di creare mano pezzi unici e non oggetti di comune reperibilità.

Cosa aspettate, allora! Tanti 'Mi piace' alla sua pagina facebook